[  Lo spazio  ]

Una cucina aperta che invade pacificamente la sala, fondendosi in un unico locale

Attorno ai fuochi, cuore pulsante della cucina, si affacciano tre chef’s table che accolgono gli ospiti, punto di vista privilegiato per assistere alla trasformazione delle materie prime, scoprire nuove tecniche, assistere al lavoro della brigata in un dialogo aperto. Annullata la barriera fisica tra ospite e cucina, è quindi possibile vivere da vicino il lavoro.

La sala si completa con un tavolo che accoglie fino a 10 persone e che può essere diviso in tre tavoli singoli, e una saletta privata che accoglie fino a 8 ospiti.
Un numero ridotto di coperti, massimo 26 tra chef’s table, tavoli e saletta.

“Il nostro desiderio è quello di potere accogliere i nostri ospiti in un ambiente piacevole e informale, far vivere un’esperienza con una prospettiva diversa da quella di un ristorante tradizionale.”

Remo e Mario Capitaneo